Faccette

Le faccette (anche dette veener) sono dei restauri che vengono applicati sulla superficie dei denti per migliorarne l’estetica: utilizzando lo stesso principio delle unghie finte, le faccette dentali vengono "incollate" saldamente alla superficie esterna dei denti.
Con le faccette è possibile migliorare l’aspetto dei denti anteriori sia in termini di forma sia in termini di colore, sono quindi molto utili in tutti quei casi in cui si vuole migliorare l’estetica di un dente sano: ad esempio nella correzione di forme anomale, dei diastemi (spazio tra i denti), delle malposizioni e nelle discromie (denti con colori alterati).
Il vantaggio rispetto alle tecniche protesiche tradizionali (corone) consiste nel maggior risparmio di sostanza dentale, dato che le faccette sono delle sottili lamine spesse pochi decimi di millimetro (0,3-0,7 mm). Possono essere costituite in ceramica o in resina composita (il materiale usato per le otturazioni estetiche); queste ultime, più economiche, sono esteticamente meno valide, meno resistenti all’usura e si decolorano con il passare del tempo.
I professionisti di Dental Beauty sono degli esperti nell’utilizzo delle faccette in ceramica sia con metodica tradizionale che con metodica CAD-CAM con
tecnica Cerec.
Trattandosi di tecniche ad alta valenza estetica, il protocollo adottato prevede una accuratissima fase di progettazione: fotografie, software di rendering e simulazioni con mascherine (mock-up) rappresentano la base di partenza indispensabile.

FACC-PRIMA RENDERING

..............PRIMA............................. .... ...........RENDERING

DSC_2442

MOCK-UP

Una volta stabilito il risultato che si desidera ottenere, si passa alla preparazione del dente che, come detto, consiste in una limatura minimale della superficie. In alcuni casi è anche possibile incollare direttamente la faccetta sullo smalto del dente non preparato (additional veener). A questo punto, nella tecnica tradizionale, si prende l’impronta, che viene trasferita all’odontotecnico che eseguirà il manufatto e il paziente viene dimesso con delle faccette provvisorie in resina. In un secondo appuntamento, si provano le faccette che, se soddisfano i requisiti di precisione, forma e colore, vengono cementate.
Nel caso della tecnica CAD-CAM, una volta effettuata la preparazione, si rileva una impronta ottica e grazie all’ausilio di un computer, un software e di una unità di molaggio (
sistema CEREC), le faccette sono progettate, costruite e cementate addirittura nell’arco della stessa giornata.

POLVERE

PREPARAZIONE E APPLICAZIONE POLVERE RIFLETTENTE PER RIPRESA CAD

DSC_9370 cerec_faccetta

PROGETTAZIONE CAD

FRESAGGIO abb11 SPESSORE

FASE DI MOLAGGIO (CAM), RIFINITURA E CARATTERIZZAZIONE

cem1 cem2

PROVA, CEMENTAZIONE

FACC-PRIMA DOPO7GG
PRIMA
.................................................................DOPO





<< Back





Privacy Policy